CERETE – Né muri, né banchi, la scuola è ovunque: l’aula nel parco Brolo e il respiro della cultura

148

È stata inaugurata in una mattinata di sole la nuova aula all’aperto a Cerete Basso, nel parco Brolo del Vescovo, a pochi passi dalla Scuola Primaria ‘Laura Ferri’. Non ci sono muri, non ci sono banchi, c’è la natura a fare da cornice e un cielo azzurro che fa da tetto. A distanza, ma uniti più che mai in un progetto in cui l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Cinzia Locatelli crede davvero molto. E ora ci siamo. Si tratta di 15 posti divisi in cinque panche da tre posti. Nel progetto c’è anche una panca dedicata all’insegnante e una lavagna di legno. Per le lezioni di laboratorio ci sono tavoli con panche e poi la pavimentazione in gomma, quella antitrauma, per rendere tutto più sicuro. Non solo, l’amministrazione ha pensato anche all’illuminazione, per rendere fruibile il parco anche negli orari serali. Uno spazio progettato per la scuola, per il divertimento e che verrà utilizzato anche dal parroco don Sergio Alcaini per le lezioni di catechismo.

Un’opera dal grande valore sociale – commenta il sindaco -, un segno di attenzione nei confronti dei nostri ragazzi, della scuola e della tutela della salute… un nuovo modo di interpretare la scuola e di stimolare l’apprendimento”.

L’aula didattica realizzata dalla ditta Pacchiarini Snc di Onore, specializzata nella realizzazione di arredo urbano, era da tempo nel cassetto del sindaco Locatelli, suggerita anche dal ‘baby sindaco’ Matilde Zamboni e dal suo consiglio comunale.

I ragazzi del CCR hanno colto l’occasione proprio nella giornata di inaugurazione per presentare due progetti che hanno realizzato durante il periodo scolastico, il progetto “#SULLABUONASTRADA” e l’iniziativa ‘Ci vuole un albero’….

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 7 MAGGIO

pubblicità