CERETE – La Festa della Sorgente rischia di chiudere. Il presidente Seghezzi: “Ci abbiamo pensato molto, le difficoltà ci sono ma non possiamo lasciare Cerete senza questo appuntamento”

È l’acqua, elemento vitale e fonte di energia, il cuore della 14^ edizione della Festa della Sorgente che si sta svolgendo in questi giorni a Cerete Basso. “Abbiamo scelto di abbracciare questo argomento – spiega Ezio Seghezzi, presidente dell’associazione ‘La Sorgente Onlus’ – perché accomuna il mondo dei cereali, dell’attività molitoria, l’alimentazione e più in generale la vita”.

Dopo più di un decennio la festa ha rischiato di chiudere i battenti, ma la passione e la determinazione del gruppo di volontari che ruotano attorno all’associazione hanno vinto sulle difficoltà economiche. “La scelta di organizzare o no la festa ricade sempre sul direttivo e quest’anno è stato rinnovato alla fine del mese di marzo, quindi avevamo poco tempo da dedicare all’organizzazione. Abbiamo anche rischiato di non riuscire a proporla per la situazione di bilancio in difficoltà, tra le spese per adeguarci alle normative e quelle per l’impianto di riscaldamento che abbiamo realizzato l’anno scorso…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 26 LUGLIO