CENATE SOTTO – INTERVENTO – Compensi, rotonda, scuole: maggioranza e minoranza se le suonano a colpi di… volantini

La maggioranza guidata dal sindaco Thomas Algeri e il gruppo di minoranza ‘Continuità per Cenate’ scaldano l’estate a colpi di volantini. È proprio dai banchi dell’opposizione che ci arriva una lunga nota di precisazioni e risposte al primo cittadino, ma per noi è doveroso fare un passo indietro e ricostruire la vicenda. Tutto è iniziato da un volantino distribuito dalla minoranza intitolato ‘Da un paese chic a un paese choc’. Il primo punto toccato riguarda la rotatoria, che non viene percorsa “nel senso di marcia corretto”. E ancora i permessi del sindaco aggiungendo che “nessun sindaco prima di lui aveva chiesto il pagamento dei permessi”. E ancora i contributi, la libertà di commento sui social, il ‘sentiero dei saltaploch’ a San Rocco e le aree verdi nella Valletta delle Veneziane, la scuola secondaria e i lavori non ancora finiti e i gruppi di cammino che “da ormai un anno un gruppo del paese si ritrova il mercoledì sera alle 20 (…) e l’amministrazione propone la stessa attività, lo stesso giorno, la stessa ora ma con un punto di ritrovo diverso”. La risposta del sindaco non si è fatta attendere. Prima risponde ai compensi: “Niente di più falso! In quanto lavoratore dipendente, il compenso che percepisco è la metà di quello previsto per legge. (…) Complessivamente costo al Comune meno dei sindaci che mi hanno preceduto, nonostante la mia presenza massiccia dello scorso anno per gestire in prima persona tutti i momenti più critici della pandemia”. Anche assessori e consiglieri hanno detto la loro in merito ai contributi: “Tutto falso. La totalità dei fondi arrivati per la gestione dell’emergenza è stata spesa per innumerevoli iniziative”. Sulla rotatoria: “Era doveroso intervenire (…), l’opera comprende anche 160 metri di nuovi marciapiedi e l’interramento della linea elettrica, è costata 201mila euro, di cui 200mila di contributo regionale e solo 1000 a carico dei cittadini”…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 23 LUGLIO