CENATE SOTTO – Dopo mesi di cibo freddo, ora gli alunni non residenti avranno un pasto caldo, ma pagheranno direttamente alla società di catering

Una soluzione degna dell’azzeccagarbugli che alla fine accontenta per lo meno tutti, anche se per arrivare lì c’è voluta una lunga trattativa tutta interna alla giunta, l’amministrazione comunale di Cenate Sotto apre le porte della mensa delle elementari anche ai non residenti ma con una piccola differenza. Chi non risiede in paese infatti potrà usufruire di un pasto caldo a scuola ma dovrà pagare direttamente alla società di catering che gestisce il servizio…

Su Araberara in edicola dal 23 novembre