CAZZANO SANT’ANDREA – I 25 anni di sacerdozio di Don Guido Rottigni festeggiati nella sua Cazzano

Anche la parrocchia di Sant’Andrea Apostolo in Cazzano Sant’Andrea ogni anno celebra la festa in onore di San Rocco Confessore, era consuetudine celebrare il settenario nella chiesetta a lui dedicata e la sera, vigilia della festa di Maria Assunta portare processionalmente in chiesa parrocchiale il simulacro per poter celebrare il 16 agosto più solennemente la festa e alla sera riportarlo in processione nella sua chiesa posta a fianco dell’oratorio.

Quest’anno, per le conosciute disposizioni sanitarie, le celebrazioni si sono tenute tutte in chiesa parrocchiale per consentire più distanziamento. Come si sa la devozione a San Rocco è abbastanza diffusa per essere invocato da secoli come protettore contro le epidemie e in particolare della peste.

Quest’anno lo spirito della celebrazione del settenario è stato quello di invocarlo con diverse riflessioni anche per quello che la pandemia ci ha fatto passare e purtroppo continua ancora a preoccupare.

Non si sono fatte processioni ma le celebrazioni hanno visto una discreta presenza, in particolar modo la Santa Messa di Domenica sera alle 20,30 che è stata presieduta da Don Guido Rottigni nel ricordo del 25° di ordinazione sacerdotale.

Con Don Guido hanno concelebrato il Parroco  Don Egidio Rivola e il concittadino Don Cristian Mismetti Parroco di Grignano di Brembate. Presente anche il Diacono Don Luca Sala di Almenno che verrà ordinato presbitero sabato 29 agosto.  A tutte le celebrazioni preziosa è stata la presenza di Riccardo Tremolada Fratello Oblato della Diocesi di Milano che ha svolto la funzione di cerimoniere animando anche i canti insieme al coro Voci Maschili…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 28 AGOSTO