CAZZANO – L’Amministrazione non aumenta l’IMU come aveva previsto prima del Coronavirus. Il sindaco Sergio Spampatti: “Meglio che la cinghia la tiri il Comune….”.

99
Bper taglia la filiale cazzanese

Durante l’ultima seduta del Consiglio Comunale, svoltasi a porte chiuse ma trasmessa via Facebook, è stato finalmente approvato il bilancio.

“Un bilancio particolarmente sofferto – dice il sindaco Sergio Spampatti prima dell’arrivo dell’epidemia di Coronavirus avevamo ipotizzato di aumentare l’IMU per riuscire a far quadrare i conti, ma dopo quanto è successo non ce la siamo sentiti di farlo, ci siamo detti che è meglio che tiri la cinghia il Comune piuttosto che chiedere un altro sacrificio ai nostri concittadini, alle famiglie ed alle aziende già tanto provate da questa situazione. Però, seppure a malincuore, abbiamo dovuto ‘tagliare’ altre voci, intervenendo sul fondo di solidarietà, tagliando i contributi consueti per le feste e le manifestazioni estive…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 8 MAGGIO

pubblicità