CAZZANO – LA STORIA Virginio che fa il burattinaio: “Ho avuto il colpo di fulmine nel 1994 in Città Alta. 6 mesi di lavoro per preparare storie e scenografie. La magia non cambia con internet, rimane l’incanto dei bimbi”

134

I burattini: una forma di intrattenimento senza tempo, che da sempre, affascina regalando emozioni e gioia ai più piccoli ma non solo. Una lunga tradizione che viene portata avanti dai maestri burattinai come Virginio Baccanelli, che racconta, e svela i segreti di questo mestiere. La sua passione per i burattini nasce, a detta sua, per un “colpo di fulmine”. Siamo nel 1994, in Città Alta, Virginio passeggiando nota che è in corso uno spettacolo di burattini, e, incuriosito ferma a guardarlo, e ne resta affascinato. Decide quindi di conoscere il burattinaio, che di nome fa Davide Cortesi e che diventerà il maestro di Virginio, il quale inizia a seguirlo e a collaborare con lui, fino ad arrivare ad avere suoi burattini e arrendere la sua passione per i burattini il suo lavoro. Da sottolineare che Virginio ha avuto la fortuna di imparare da un allievo di Benedetto Ravasio, definito il ”principe dei burattinai”, e sul quale due parole, vale la pena di spenderle…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 13 GENNAIO

pubblicità