CASTRO – IL SINDACO – L’anfiteatro dimenticato: “Lo vogliamo sistemare”. Una decina di portamozziconi sul lungolago

163

Lassù si può ammirare un panorama bellissimo. Non lo dico perché sono di Castro, ma dalla zona dell’anfiteatro c’è uno dei più bei panorami del lago. Anzi, da lassù, non vedendone la fine, il lago assomiglia ad un fiordo”.

pubblicità

A tessere le (giuste) lodi sulla zona della parte alta di Castro, dove si trova l’anfiteatro, è il sindaco Mariano Foresti, che ha le idee ben chiare al riguardo. “Vogliamo approfittare dei fondi messi a disposizione dal Pnrr per un progetto interessante che riguarda l’anfiteatro. In quella zona della parte alta del paese, infatti, diversi anni fa era stato realizzato un anfiteatro; l’intento era di svolgere l’attività di danza, ma poi il tutto si era fermato, l’anfiteatro non era stato collaudato ed è caduto in disuso, dando la priorità ad altre opere. È però un vero peccato che non venga nuovamente valorizzato – sottolinea Foresti – proprio perché da lì la prospettiva del lago è, come ho detto, spettacolare. Vogliamo quindi preparare un progetto per ridare vita a quest’area un po’ dimenticata del nostro territorio. Una volta sistemato l’anfiteatro, lo si potrà utilizzare per spettacoli teatrali, manifestazioni, o si potrebbe tornare alla danza”….

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 9 SETTEMBRE

pubblicità