Castione: rifà la Canonica che ospiterà Parroco e Curato

Parroco e Curato abiteranno nella stessa “canonica” una volta che saranno fatti i lavori di ristrutturazione per i quali si aspetta solo l’ok della Curia. Il parroco don Stefano Pellegrini parroco di Castione dal 2013, di Dorga dal 2014 e di Bratto dal 2015 (i tre paesi che compongono il Comune, più la frazione di Rusio che non è parrocchia) Non ha mai abitato nella vecchia canonica. Ci sono due “Curati” che adesso abitano invece nelle due canonica di Dorga e Bratto. Il progetto è quello che parroco e curato abitino nella nuova canonica, a lavori ultimati. Diciamo “curato” perché uno dei due, don Luca della Giovanna, lascerà la Conca della Presolzna a settembre e rimarranno quindi due sacerdoti per le tre parrocchie, formalmente non soppresse, ma con un unico parroco, appunto don Stefano. Per la ristrutturazione della canonica di Castione è prevista una spesa di 500 mila euro, già coperti per un terzo da entrate proprie e un altro terzo con la vendita dell’appartamento di Via Giardini dove attualmente è andato ad abitare il parroco. Il terzo ultimo verrà coperto con un mutuo. I dettagli del progetto li trovate su Araberara in edicola.