Castione maggioranza consiglio

CASTIONE

 

Francesco Ferrari

Non rispondo alle dichiarazioni di Mauro Pezzoli.Non vogliamo far polemiche. In un paese democratico ognuno è libero di dire ciò che pensa, poi le parole che uno dice dai cittadini vengono pesate in base alla credibilità che ognuno ha…”. Il capogruppo di maggioranza Fabio Ferrari(segretario della sezione di Castione della Presolana della Lega Nord) ha l’aria serena di chi non ha né necessità né voglia di alimentare polemiche con le minoranze. Al centro degli attacchi della minoranza di Vivipresolana, capeggiata dall’ex sindaco Pezzoli, nell’ultimo consiglio comunale come già nei precedenti, c’è stato spesso proprio lui.

Tra le polemiche della minoranza c’è stata anche la riduzione dell’IMU per attività commerciali, produttive e alberghi…

In campagna elettorale avevamo promesso l’abbassamento della pressione fiscale e la promessa è stata mantenuta. Il nostro obiettivo non è abbassare le tasse tagliando i servizi, ma la vera sfida e l’obiettivo è abbassare le tasse e migliorare i servizi offerti ai cittadini, ottimizzando gli sprechi che c’erano nei precedenti bilanci. Abbiamo tolto totalmente la quota dell’IMU che spettava al comune sulle attività commerciali e produttive e sugli alberghi: abbiamo azzerato quello che prendeva il comune di Castione”.

Pezzoli dice che lo avete fatto tagliando 150 mila euro di servizi, voi sostenete che non è vero. Come è stato possibile ridurre di così tanto l’aliquota? “E’ stata migliorata l’organizzazione del bilancio a livello strutturale, ottimizzando senza tagliare da altre parti. Secondo noi è importantissimo dare un segnale alle realtà economiche più in difficoltà, si tratta di un segnale di fiducia”.

Come avevamo già anticipato ad inizio anno su Araberara, in consiglio comunale è stato rivisto il piano delle alienazioni ed è stato inserito l’edificio delle ex scuole elementari di Dorga, chiuse dall’epoca dell’amministrazione Vanzan. La minoranza di Vivipresolana sostiene che questo porterà alla realizzazione della “quarta palazzina residenziale”, accanto alle tre costruite al posto dell’ex asilo di Dorga durante le precedenti amministrazione guidate da Angelo Migliorati

È stata solo fatta una stima e questo non significa che si va a costruire una palazzina. È stata fatta perché bisognava rifare il piano delle alienazioni e presentarlo in consiglio comunale. Si tratta di un immobile chiuso da una decina d’anni, si stanno pensando diverse soluzioni per valorizzare quell’area che ad oggi non è sfruttata dai cittadini. C’è da aggiungere che rispetto al precedente piano delle alienazioni sono state tolte dalla vendita le baite comunali (come le baite basse di Pora e malga Bares), che secondo noi rappresentano un patrimonio storico lasciato dalla memoria dei nostri anziani da valorizzare, non da svendere. Stiamo pensando come valorizzarle”.

Altra questione importante approvata in consiglio è la vendita delle quote comunali della Monti del Sole (il 94% della società). “Dopo una lunga attesa si è arrivati a portare in discussione in consiglio la realizzazione del rifugio in quota allo Scanapà e la cessione delle quote della Monti del Sole. Ci sarà il bando pubblico che prevede l’obbligo per chi rileva le quote, e di conseguenza la seggiovia, di realizzare il rifugio in cima allo Scanapà, con caratteristiche edilizie montane e che alla scadenza della convenzione della durata di 25 anni tornerà di proprietà comunale. Si tratta di un bel risultato portato in consiglio in poco tempo e che è fondamentale per rilanciare il Passo della Presolana a livello turistico. La precedente amministrazione non era riuscita a realizzare il bando, perdendo inoltre circa 300 mila euro di risorse pubbliche. L’amministrazione Pezzoli aveva fatto un aumento di capitale di circa 500 mila euro mentre ad oggi la liquidità presente nella società è poco più di 200 mila euro…

L’amministrazione ha accolto invece di due ordini del giorno presentati dall’altra minoranza consigliare, Castione Unita, rappresentata in consiglio comunale da Andrea Sorlinie Fabio FafoFerrari. “I suggerimenti delle minoranze fatti con spirito propositivo e costruttivo vengono sempre valutati: se ci saranno delle possibilità si potrà agire. Le accuse infondate fatte verso l’amministrazione, invece, non vengono considerate degne nemmeno di una risposta. Se si fa amministrazione con lo spirito di migliorare il paese è un discorso, se lo si fa solo per alzare polemiche è inutile”.

La loro prima richiesta riguarda la riqualificazione del centro giovanile, da realizzare il sinergia con la parrocchia di Castione. E’ un tema che vi interessa? Vi attiverete su questo fronte? “A noi interessa tutto il paese. Dobbiamo affrontare il tema in gruppo”.

Secondo ordine del giorno, invece, dedicato al bus navetta estivo, per cui la minoranza vi chiede di reperire le risorse. “Si farà il possibile per garantire i servizi ai turisti, tra cui quello del trasporto interno.

Non bisogna dimenticare che l’anno scorso abbiamo dovuto fare una variazione di bilancio appena eletti per mettere a capitolo le risorse necessarie per il bus navetta: dalla precedente amministrazione non erano stato messo nulla; da parte nostra, quindi, l’attenzione sul turismo c’è”.