CASTIONE DELLA PRESOLANA – Riccardo, la famiglia, e il ricordo con la festa ‘Be Happy’, raccolta fondi per aiutare la ‘salute psicologica’

232

Sono passati ormai cinque anni, ma il ricordo di Riccardo Ferrari è ancora profondo e vivo nella comunità di Castione della Presolana. Un ragazzo speciale, attento agli altri e amante dello sport. Viveva la sua esistenza con profondità, interrogandosi su sé stesso e sul mondo che lo circondava. Poi il suo impegno, forte e appassionato, che lo portava ad interessarsi delle persone in difficoltà, dei più poveri e degli oppressi. Esempi massimi della sua indole sono stati sicuramente il brillante percorso scolastico ed universitario, la collaborazione nelle opere di volontariato e infine la partecipazione ad una missione umanitaria in Kenya.

pubblicità

Lasciava ad ogni persona che lo incontrava un forte segno, indelebile anche a distanza di tempo. Poi improvvisamente, per mettere fine ad un disagio sempre maggiore, Riccardo ha compiuto un atto estremo e si è tolto la vita, era il 15 dicembre 2017. Aveva solo 23 anni.

Dalla sua testimonianza di vita gli amici e la famiglia hanno voluto istituire la festa “Be Happy”, che questo anno è giunta ormai alla terza edizione, dopo una pausa lunga due anni a causa del protrarsi della pandemia. Un ritorno durato dal 16 al 17 luglio che ha trovato ampia partecipazione da parte del pubblico, attirato prima di tutto dal tradizionale torneo di calcio a 5, che ha ricevuto moltissime adesioni, tanto da dover provvedere ad aumentare il numero delle squadre previste in partenza, e di seguito dall’interessante programma messo a punto dagli organizzatori…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 22 LUGLIO

pubblicità