CASTIONE: Arrivano i soldi per il polo scolastico unico. Entro l’estate via ai lavori. Si vendono le elementari di Bratto. Ma il patto di stabilità…


La parola d’ordine di questi tempi nella conca della Presolana è “unificare”. Sono anni di trasformazione della storica divisione del territorio nelle tre frazioni di Castione, Bratto e Dorga, non solo per gli scenari legati all’Unità Pastorale.

Le scuole medie sono già presenti solo a Castione capoluogo, ma ora anche le elementari si avviano verso la stessa sorte. E’ da tempo intenzione dell’amministrazione comunale guidata da Mauro Pezzoli ampliare l’attuale edificio delle scuole medie, spostare qui tutti i bambini delle scuole elementari e, di conseguenza, trasferire i ragazzi delle medie nell’edificio dove attualmente stanno le elementari di Castione. Ma dalle intenzioni si passa ora ai fatti, grazie al finanziamento che il comune di Castione ha ottenuto da Regione Lombardia. “Ci è stata assegnata la cifra di 1 milione e 200 mila euro, con cui ora il polo scolastico è totalmente finanziato – spiega il sindaco Pezzoli – Il costo totale dell’opera ammonta a 2 milioni e 180 mila euro, ma la restante parte della spesa verrà finanziata tramite la vendita dell’edificio delle scuole elementari di Bratto, la cui permuta sarà inserita nella gara d’appalto per i lavori. In questo modo andremo finalmente a realizzare un’opera cui teniamo molto”. 1 milione e 200 mila euro di cui, però, 481 mila euro sono a fondo perduto, mentre 721 mila euro sono una sorte di prestito dalla Regione e andranno restituiti in vent’anni a tasso zero. (…)

Pubblichiamo anche un intervento firmato da tutte e 5 i consiglieri di opposizione (che sono divisi in tre gruppi ma firmano uniti) che ha per titolo “Stanno buttando via i soldi” basandosi sui numeri degli alunni dei prossimi anni (…)

SU ARABERARA IN EDICOLA PAGG. 14-16