CASTELLI CALEPIO – Riparte la stagione sportiva ma senza la palestra: “Ogni anno la stessa storia”

La penna del ‘Gufo’ Guido Donati non perdona e anche questa volta all’inizio della programmazione delle attività sportive per la nuova stagione non manca di far notare qualcosa che la gente aspetta da anni: “Calcio e pallavolo a Castelli Calepio si presentano all’appuntamento nella solita situazione – scrive il Gufo –  con la piccola palestra delle scuole elementari di Tagliuno sovraffollata che deve farsi carico delle attività sportive della Polisportiva Cividino Quintano (pallavolo), dell’Oratorio Tagliuno (pallavolo) e di alcune attività relative alle arti marziali; la situazione nei Comuni limitrofi (Sarnico, Villongo, Chiuduno, Grumello del Monte, Capriolo, Telgate) è diversa essendo dotati di un Palazzetto dello Sport, e persino Predore, Bolgare, Paratico e Tavernola Bergamasca hanno palestre più grandi di quella di Tagliuno. Solo a Credaro si versa nella medesima situazione e quindi il paesello di 10 mila anime da anni passa il problema “di mano in mano” nelle mani di colui che verrà dopo, è a bilancio ormai da tre anni il progetto della palestra polifunzionale da realizzare nelle immediate vicinanze del centro sportivo comunale di via Ferrucci ma la situazione è lenta fino al più totale immobilismo…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 2 LUGLIO