CASTELLI CALEPIO – Fondazione Calepio: Cinzia e quei disabili gravi, viaggio tra il sorriso di ragazzi in carrozzina e un centro pieno di speranza. Quell’Opera Pia che ha scansato la politica

Un ragazzo accompagnato da un operatore sta passeggiando fuori dal centro, incrocia lo sguardo di Cinzia e sorride, le si avvicina, la bacia e cerca carezze. Comincia così. Dalla fine. Perché è una fine che sa di principio. Perché non è poi così scontato che chi impasta parole come me da anni si commuova, e invece ieri è successo. Perché Cinzia Romolo, presidente appena riconfermata della Fondazione Calepio è un vulcano di emozioni e di umanità. Ero finita qui per capire cosa ci fosse dietro la battaglia politica di un’elezione alla presidenza di una Fondazione, le solite schermaglie di opinione di partito, invece mi sono trovata di fronte a una realtà totalmente diversa, dove il fine è il principio, e quel principio è questo centro Polivalente per Disabili… SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 22 NOVEMBRE