CASAZZA – Quei maiali che… dividono. Zappella: “Se ottengono le autorizzazioni all’inizio saranno 600”. Alcuni cittadini: “La chiameremo Val Maiale”

562

Si torna a parlare di maiali a Casazza, che sarebbero allevati ‘in quantità industriale’ in località Fontane di Leffe. La presenza di un futuro allevamento con centinaia di suini (forse anche più di mille) sta dividendo il paese tra favorevoli e contrari.

Il sindaco Sergio Zappella ha fatto il punto della situazione: “Abbiamo fatto un incontro tecnico al quale hanno partecipato i privati, i rappresentanti del Comune, quelli dell’Ufficio Veterinario dell’Ats e il Suap. Sono stati ribaditi alcuni punti fondamentali per l’inizio dell’attività. Suap, ad esempio, ha ribadito che va rifatta la richiesta di valutazione ambientale. Ci sono garanzie che i privati devono presentare e si vedrà se questo sarà sufficiente per iniziare l’attività o se ci dovrà essere una nuova conferenza dei servizi. Sono i privati che adesso devono muoversi per richiedere le varie autorizzazioni, dal punto di vista urbanistico e anche igienico, come pure con le rilevazioni per l’impatto acustico. L’idea – spiega Zappella – è di iniziare l’attività in maniera limitata, cioè andando ad attivare la prima stalla, quella più piccola, dove andrebbero circa 600 animali, ovviamente se ci saranno le necessarie autorizzazioni. Si prenderebbero poi alcuni mesi di tempo per verificare il tutto, ad esempio per quel che riguarda gli odori nei mesi caldi. Poi, se non ci saranno problemi di impatto odorigeno, di scarico nelle vallette e, soprattutto, se in paese non ci saranno problemi, i proprietari, se vorranno, dovranno fare un’ulteriore richiesta e ripartirà tutto il discorso delle autorizzazioni, soprattutto se volessero superare le mille unità. Siamo quindi ancora nel mondo delle ipotesi e anche noi vogliamo andare con i piedi di piombo. Devo dire che i privati si sono dimostrati collaborativi, anche se, come è logico, hanno fretta di iniziare. La palla ora è in mano a loro – conclude il sindaco – che devono richiedere tutta una serie di autorizzazioni e fornire le necessarie garanzie”….

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 3 GIUGNO

pubblicità