CASAZZA – Il sindaco, il progetto della ciclabile e la Ex Monasterola, la viabilità e quel semaforo che… “più intelligente di così non si può”

L’amministrazione comunale del sindaco Sergio Zappella guarda al futuro, ai progetti che attendono di essere realizzati. Facciamo prima un passo indietro, il Covid resta un sorvegliato speciale: “Non abbiamo grandi numeri di contagi e nemmeno di ricoveri, ma certamente questo non deve farci abbassare la guardia. Abbiamo riscontrato dei casi anche in giovani e bambini. Al di là della situazione sanitaria, il nostro è un paese che ha un buon tessuto aziendale e anche se adesso è difficile fare delle valutazioni, sappiamo che non è un momento facile e bisognerà attendere almeno un po’ di normalità per capire cosa succederà”.

Marciapiede e scuola sono ancora in attesa di una risposta: “Nei giorni scorsi abbiamo sentito nuovamente Anas, la pratica è stata evasa e ci hanno garantito che riceveremo una risposta a giorni. Il nostro intento sarebbe quello di iniziare entro la fine del mese, anche perché la ditta che eseguirà i lavori c’è già, le temperature si sono alzate e la limitazione del traffico dovuta alle restrizioni da Covid potrebbe essere utile per creare meno disagi alla popolazione. Per quanto riguarda la scuola dobbiamo aspettare invece i tempi tecnici della risposta”.

Il sindaco intanto guarda alla prospettiva turistica del territorio: “Abbiamo partecipato al bando Gal per i percorsi turistici, ci siamo presentati con altri cinque comuni perché siamo convinti che si possa fare un buon lavoro soltanto tutti insieme. Per quanto riguarda Casazza, l’intervento consiste nella creazione di una pista ciclopedonale che dal Parco dei Mulini costeggia il Cherio e arriva fino al castello di Monasterolo, un’area davvero molto suggestiva. Questo progetto ci consentirà anche di creare degli infopoint sul territorio, quindi andiamo avanti sul progetto che Bianzano e Ranzanico avevano già iniziato”….

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 19 MARZO