CALCIO – Bufera Covid: chi ce la fa e chi non ce la fa, la mappa delle squadre

Abbiamo fatto un viaggio tra le società di calcio della provincia per capire come ci si prepara alla prossima stagione. C’è chi nasce, come l’Asd Carobbio 2000, chi è già pronto a ripartire, con le squadre del settore giovanile già al completo, chi riparte da obiettivi ambiziosi e chi invece, come il Villongo, si arrende.

Sul numero in edicola dal 19 giugno ci siamo occupati dell’USD Scanzo, del Casazza, del Rovetta, degli Amici di Pegu e della Nembrese, del Villongo, dell’Us Sarnico, della Polisportiva Endine, del Valcalepio, dell’Asd Carobbio 2000 e della Pradalunghese.

CASAZZA

Siamo ottimisti e pronti a ripartire… con ancora più voglia di prima e anche con qualche novità. Le mascherine con il logo della società? Insieme al nostro fornitore ufficiale abbiamo voluto creare un simpatico gadget per sdrammatizzare con i bambini questo periodo difficile e soprattutto invogliare nell’utilizzo della mascherina che in questo periodo è indispensabile”, sono queste le prime parole del presidente Mattia Cambianica quando gli chiediamo di raccontarci come riparte il suo Casazza. Tre mesi di stop forzato, ma la società non si è mai fermata davvero e i progetti che stanno prendendo forma in queste settimane sono davvero tanti: “Abbiamo fatto tante riunioni in video chiamata – prosegue – più di quelle che avremmo fatto se tutto questo non fosse successo (sorride, ndr), anche se eravamo già pronti prima che il Covid fermasse tutto. Ogni anno programmiamo la stagione successiva del settore giovanile a febbraio e quindi stavamo già lavorando sulle squadre, sugli allenatori e sullo staff. Nei giorni scorsi abbiamo chiesto ai nostri ragazzi chi avrebbe continuato e nelle loro risposte ho trovato una grande voglia di ripartire… otto squadre su dieci sono già complete, forse soltanto con una avremo difficoltà”…

ROVETTA

Il Covid ha lasciato la stagione calcistica a metà anche in casa Rovetta, obiettivi e sogni sospesi, gioie e delusioni mai scritte. Mentre alcune società hanno deciso di chiudere e altre stanno cercando di ripartire seppur tra mille difficoltà, a Rovetta si respira un clima di grande ottimismo. Prima squadra e settore giovanile quasi al completo, si riparte con i colori giallorossi cuciti sul cuore e con un nome che alla società porterà grande prestigio.

La prossima stagione – spiega Matteo Fantoni, responsabile del settore giovanile – avremo la fortuna di collaborare con  Fabrizio Capodici, che da qualche tempo si è trasferito a San Lorenzo per motivi familiari. Potremo contare su una persona ex professionista e quindi molto preparata, infatti dopo la trafila nelle giovanili della Juve è arrivato fino alla prima squadra, per poi fare le esperienze in serie B con il Piacenza e in altre categorie di livello. L’infortunio al ginocchio l’ha costretto a fermarsi, è diventato in seguito un affermato allenatore dei portieri, lavorando con varie categorie della Juventus  tra cui anche la prima squadra; in seguito ha avuto esperienze anche con la nazionale cinese e attualmente con la nazionale italiana Under 18.. Attraverso le sue attività specifiche per portieri e giocatori, sarà un punto di riferimento anche per i nostri allenatori che potranno trovare in lui un valido supporto. L’obiettivo infatti sarà quello di creare attraverso la sua figura una serie di iniziative che possono essere utili anche alle società della zona…

SARNICO

L’U.s Sarnico riparte con il… botto. Dopo aver dato il benvenuto al nuovo direttore sportivo Olisse Viscardi (l’anno scorso impegnato con l’Atletico Chiuduno Grumellese), la società guidata dal presidente Walter Duci ha svelato il nome del nuovo mister: Matteo Teani. Per lui si tratta del debutto da allenatore in una prima squadra, infatti è stato impegnato con le formazioni del settore giovanile, per esempio nell’Atletico Chiuduno Grumellese di Viscardi…

CAROBBIO

C’è chi si ferma, chi prosegue e chi… nasce. La nascita di una nuova società di calcio l’avevamo annunciata sul numero scorso di Araberara. Dell’Asd Carobbio 2020 conoscevamo poco fino a quindici giorni fa, perché anche i suoi artefici erano ancora impegnati a costruirne le basi. Oggi abbiamo un logo, che rispecchia il comune e i suoi colori, il bianco e l’azzurro. Ora, con un centro sportivo pronto ad accogliere i ragazzi, il lavoro si sta concentrando proprio sulla formazione delle squadre. Come ci aveva spiegato Manuel Toti, la società farà del settore giovanile il suo fiore all’occhiello. Ermes Gagni ricopre il ruolo di responsabile del settore giovanile, Omar Signorelli è il consigliere delegato del Comune mentre Michele Aceti è il segretario…

PRADALUNGA

Undici anni di presidenza e poi la decisione di lasciare la carica. Ne era ormai convinto Gianni Fiammarelli, pronto a salutare la Pradalunghese, che insieme a lui ha vissuto gli anni d’oro della sua storia, dalla Seconda Categoria alla Promozione, ricoprendo spesso un ruolo da protagonista. Tra i risultati di maggiore prestigio spiccano il Campionato e Coppa Lombardia di Prima Categoria, conquistate nella stagione 2014-2015 con Zambelli allenatore…