BOSSICO – Quando Gustavo Thoni sciava a Bossico. Gli anni della valanga azzurra …all’Aventino

179

Quando oggi guardiamo a personaggi del mondo dello sport, li associamo a dei divi televisivi, delle stars, dei personaggi quasi “irraggiungibili”. Sovente troviamo dei campioni sportivi, dei calciatori che fanno da testimonial negli spot pubblicitari di famosi marchi oppure presenziano a trasmissioni televisive, a spettacoli, dietro pagamento di ingaggi stellari. Non sempre è stato cosi e negli anni 70, vuoi anche la situazione economica e il mondo televisivo dove ancora mancavano le televisioni commerciali,  non era difficile incontrare dei campioni dello sport a kermesse sportive o sulle piste da sci. In questo solco si inserisce la manifestazione di sci sull’erba che per alcuni anni si è svolta a Bossico; parliamo degli anni 1971-1972-1973-1974. Per sci si intendono proprio gli sci tradizionali, di quelli usati comunemente sulla neve. In quegli anni nacquero anche degli sci a rulli, usati ancora oggi,   appositamente studiati per sciare su un prato erboso. La pista era formata dall’erba secca che comunemente si trova sulle pendici del monte Colombina, delle “sponde” di Pernedio e che nel mese di agosto/settembre è particolarmente scivolosa; nel dialetto di Bossico è comunemente chiamata “esga”. Ad onor del vero, già dagli anni 60 alcuni  degli appassionati locali dello sci avevano ideato questa competizione che si svolgeva pero’ solamente a livello amatoriale. Fu per una serie di eventi fortuiti, l’iniziativa della Pro Loco Bossico allora nata da poco, dello sci CAI RODARI di Lovere, la conoscenza di alcuni organizzatori con Mario Cotelli , la disponibilità della fam Gregorini ad ospitare atleti e organizzatori a Villa Aventino sull’Altopiano di Bossico, il contributo di alcuni sponsor per le spese vive, che fu possibile organizzare la manifestazione. Mario Cotelli è stato un allenatore di sci alpino italiano, commissario tecnico della Nazionale italiana di sci  nel settore maschile dal 1969 al 1978 e giornalista, durante la sua gestione nacque l’epopea della valanga azzurra, che venne coniato grazie ai successi in campo sciistico di numerosi atleti italiani  nel  gennaio del 1974,  sulle nevi tedesche occidentali di Berchtesgaden dove ben 5 italiani si piazzarono  nelle prime cinque posizioni del gigante maschile. Fu cosi che Bossico ospito’ in quegli anni Gustavo Thoni (nel 1974 vincitore della coppa in slalom speciale) , il cugino Gustav Thoni, il compianto Fausto Radici, Erwin Striker, Tino Pietrogiovanna e altri nomi famosi in campo azzurro: Compagnoni, Demetz, Anzi, Besson, Zandegiacomo…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 6 MAGGIO

pubblicità