BOSSICO – Nicolò e la passione per la bici che a 17 anni lo ha fatto convocare in Nazionale

415

“Fin da piccolo ho fatto sport, molte discipline diverse,  tra cui molto nuoto, ma poi per un certo periodo non ne ho più praticato nessuno…Ed è allora che mia mamma ha pensato di…darmi una spinta, e mi ha indirizzato verso il ciclismo; così mi sono rivolto  al negozio di cicli Peracchi, a Sovere, che ha una squadra di ciclismo giovanile, e ho cominciato a fare sul serio”.

Nicolò Arrighetti, 17 anni,  parla del suo impegno nel ciclismo come di una cosa bella, appassionante e persino divertente:

“Sì, mi sono proprio appassionato fin da subito, uno sport come il ciclismo ti deve piacere altrimenti non lo fai, visto che è abbastanza faticoso, sia in sella, ovviamente, per via dei lunghi allenamenti , che col passare del tempo diventano sempre più duri e impegnativi , che giù dalla sella, perché bisogna fare molta attenzione, per esempio, a regole rigide in fatto di alimentazione,  e anche scordarsi di poter uscire con gli amici il sabato sera: quelle uscite bisogna proprio dimenticarsele, dal momento che la domenica c’è sempre una gara che mi aspetta… “.

E’ ovvio che Nicolò, tra la scuola  – frequenta il corso di elettrotecnico all’Itis di Lovere –  gli allenamenti e le competizioni , non possa dedicarsi ad altre ‘passioni’ o ad altri hobby:

“Però alla compagnia degli amici non rinuncio affatto, il tempo libero che ho lo dedico sempre a loro, vengono spesso anche a casa a farmi compagnia…”.

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 20 MAGGIO

pubblicità