BOSSICO – MEMORIA – Leonilde, la sua semplicità, il suo sorriso, il suo senso di libertà che ora è eterno

In questo ultimo anno tormentato da tante morti, un altro grave lutto ha colpito la comunità di Bossico. Il 07/01/2021 si è spenta dopo lunga malattia Leonilde Arrighetti di 53 anni. Ci ferisce sempre profondamente, e si prova un senso di smarrimento quando muore una persona giovane, perché si pensa ormai che la medicina e la tecnologia abbiano risolto gran parte dei problemi dell’umanità e sia impossibile morire a 53 anni. Leonilde lascerà, pur nella sua semplicità, un grande vuoto perché era una figura caratteristica, di quelle che quando la incontravi ti sembrava appartenesse ad un passato ormai scomparso.

Figlia di contadini si era diplomata in ragioneria e, dopo alcuni brevi esperienze in enti pubblici del territorio, aveva capito che la vita dell’ufficio, di chi “timbra il cartellino”, non faceva per lei. Il suo lavoro è stato, più che un lavoro, una scelta di vita ossia continuare la tradizione e la gestione della piccola azienda agricola dei suoi genitori; era facile incontrarla passeggiando per l’altopiano di Bossico, in località Onito o Tre Santelle in compagnia della mamma e affaccendate nei lavori agricoli…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 22 GENNAIO