BOSSICO – MEMORIA – Domenica, la sua Bossico, l’Asilo, la Caritas, l’Avis, i bambini della Bielorussia e…

(di Giuseppe Arrighetti)

La comunità di Bossico ha perso una di quelle persone che, con la generosità discreta e operosa, contribuiscono a renderla migliore. Sabato 21 febbraio, alla casa di riposo di Sovere dove era ricoverata da qualche tempo, è morta all’età di 86 anni Domenica Rossi, moglie di Francesco Schiavi, imprenditore e instancabile volontario, e mamma di Giovanna, medico degli Spedali Civili di Brescia. Senza proclami, senza mai apparire, Domenica Rossi era una persona sensibile ai vari problemi e ai bisogni di tutti; la sua attenzione non si limitava all’ascolto, ma si traduceva in concreti gesti di aiuto verso chiunque le avesse rivolto una richiesta. In qualità di moglie del Presidente dell’Asilo di Bossico, è sempre stata in prima linea a sostenere i bambini, le insegnanti ed il personale nei momenti del bisogno e di difficoltà. Elencare tutti i suoi interventi farebbe un torto al suo stile, umile e silenzioso. Amava i più piccoli e per parecchi anni si è prodigata insieme alla Caritas in favore degli orfani ucraini e dei bambini ammalati provenienti dalla Bielorussia. La sua cascina al colle Colombina si trasformava in un giardino di giochi, canti e risate per ciascuno loro. Quando li vedeva partire per tornare in patria, si commuoveva fino alle lacrime..

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 5 MARZO