BOSSICO – L’INTERVENTO – Bossico e quella ricerca finanziata dal Comune, due anni dopo cosa è cambiato? “soldi buttati, turismo vecchio e il Borgo Diffuso?”

657

di Marcello Barcellini

Il 2 dicembre 2017 (esatto 2017) presso l’università di Bergamo, veniva presentata in “pompa magna” la ricerca universitaria: Bossico. Dal paesaggio morenico al panorama lacuale per un turismo s-Low .

Relatrice e autrice  del corposo lavoro la Professoressa  Federica Burini del CST – Centro Studi sul Territorio, DiathesisLab ,Università degli Studi di Bergamo –

La ricerca è stata finanziata dall’associazione “Borgo turistico diffuso” di Bossico, mediante anche finanziamenti e contributi erogati dal Comune di Bossico.

La ricerca si è prefissa di fare una mappatura delle potenzialità turistiche dell’Altopiano di Bossico, magari anche quelle che il “comune mortale” non poteva vedere e formulare delle proposte per lo sviluppo della nostra “amena” località, in ambito non solo locale o nazionale, ma anche internazionale.

A distanza di due anni si può fare una prima analisi dei risultati; sarebbe necessario capire se lo studio ha prodotto dei miglioramenti in campo turistico, se i cittadini e operatori turistici di Bossico hanno almeno letto la relazione, se ne hanno tratto un giudizio di merito e infine se qualche iniziativa di quelle proposte ha preso concretezza.

Diciamo che reperire copia della ricerca non è impresa facile; sul sito del Comune si riesce a trovare il documento dopo una ricerca un poco laboriosa…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 24 GENNAIO

pubblicità