BOSSICO – Intervento – “Non tutte le storie sono infinite…: dal 1910 si parlava della Bossico Ceratello”

286

Marinella Cocchetti (ex sindaco e attuale vicesindaco del Comune di Bossico)

Fin dal 1910 si parlava di un collegamento Lovere-Ceratello –Bossico, con una funicolare. Il progettista di detta funicolare era l’Ing. A. Ferretti di Bergamo, il fatto è che anche allora i contrasti furono tali  che della funicolare non se ne fece più nulla. Si era persino costituito un comitato promotore “pro funicolare” ma i componenti furono costretti a dimettersi, “a causa di difficoltà insormontabili

  • 1985 si riprende l’argomento.

Riunione in Comunità Montana: si riprende a parlare della strada di collegamento Bossico-Ceratello

  • 1986 il progetto ho già un finanziamento di 250milioni a fondo perduto da parte di R.L. e 900milioni da parte della Provincia, purtroppo i tre comuni interessati (Lovere, Costa Volpino, Bossico) non raggiungono un accordo unanime. Il progetto mette in crisi l’amministrazione comunale di Lovere. A Lovere si costituisce il comitato contro la Bossico-Ceratello. Il comitato denuncia manovre speculative sui terreni, si critica l’alto costo del progetto e ritenuto non prioritario.
  • 29/12/1986 Il comitato esce con un volantinaggio tra cui si legge”…La Bossico –Ceratello favorirà invece nuove imprese speculative con “valorizzazione” dei terreni e costruzione di doppie e triple case, innescando degrado ambientale per l’inquinamento da autoveicoli e rumore e darà spazio a nuovi avventurismi speculativi verso l’altopiano di Bossico e la val Supine, già tentati in passato”
  • La Bossico – Ceratello non s’ha da fare: tutto decade.
  • Marzo 2001 Il Sindaco di Bossico ci riprova. In vista delle elezioni amministrative di Costa Volpino, fa volantinaggio nella frazione di Ceratello sensibilizzano i residenti sull’importanza dell’opera.
  • 28 maggio 2001 si tiene a Costa Volpino il primo consiglio comunale presieduto dal neo-eletto sindaco Claudia Cavalieri, in quella seduta si presenta il piano programmatico nel quale si recita”…..si provvederà a considerare il collegamento della strada Bossico-Ceratello”
  • 11.12.2001 l’assemblea della Comunità Montana approva il nuovo piano socio economico, l’amministrazione di Bossico ha chiesto e ottenuto che fosse inserito il progetto di realizzazione di un collegamento fra Bossico e Ceratello, sintetizzando i 3 punti fondamentali:
  1. Superare l’isolamento di chi vive e abita in montagna;
  2. Migliorare i servizi;
  3. Sviluppo turistico

28 febbraio 2003 si svolge a Bossico, nel salone dell’oratorio, un’assemblea, aperta al pubblico, della Comunità Montana Alto Sebino,  per discutere sul progetto “strada di collegamento Bossico-Ceratello”. Presenti più di 200 persone, molte di Ceratello arrivate in autobus. L’assemblea è stata molto animata, alla fine tutti i consiglieri dell’assemblea hanno votato il documento presentato dalla C.M.A.S…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 6 NOVEMBRE

pubblicità