BOSSICO – “Il caldo, miglior veicolo pubblicitario. Qui Bossico: 7 stranieri ogni 10 turisti”

253

A Bossico la stagione turistica puo’ essere condensata in poche considerazioni. La prima è che il caldo è il miglior veicolo pubblicitario; la stagione calda, che ha visto temperature record a giugno e luglio, ha fatto fuggire la gente delle città, facendo riaprire le case di montagna viste come rifugio alla calura. Considerato  poi che si pagano tasse e imposte anche a tenerle chiuse, meglio riaprirle e portarci magari i nonni e i nipotini a “villeggiare”. Per tali motivi tutti i paesi delle Orobie e delle valli bergamasche hanno vissuto un ritorno turistico che si vedeva solo decenni fa. Da segnalare poi, almeno sul Sebino, un deciso ritorno degli stranieri, ai livelli dei migliori anni pre pandemia; il fenomeno non è stato così evidente a maggio e giugno, per esplodere  a luglio e agosto. Tra le strutture ricettive a Bossico si contano due alberghi, una ventina di case vacanze e un centinaio di appartamenti che vengono affittati annualmente e mensilmente. I gestori delle case vacanze evidenziano una preponderante presenza di stranieri, con un rapporto di 6/7 stranieri su 10 persone che soggiornano. Le nazionalità sono in primis Tedeschi, Olandesi, anche se non manca una nutrita presenza di turisti che arrivano dai paesi dell’est (Polonia, Slovenia, Lituania), oppure dai paesi nordici (Svezia, Norvegia, Danimarca)….

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 26 AGOSTO

pubblicità