BOSSICO – Elena Arrighetti, tra i vincitori del premio ‘Giovani imprenditori di montagna’: “Il progetto Placàt, Bossico, un eco campeggio, il nostro cibo…”

L’idea di ‘Placàt, startup innovativa’ è valsa loro i 6000 euro del Premio “Giovani imprenditori di montagna”, l’iniziativa del CAI sviluppata in collaborazione con la presidenza del Consiglio della Regione Lombardia, la Provincia di Bergamo e l’Osservatorio per le montagne bergamasche.

Si tratta dell’impresa che Elena Arrighetti, 31 anni, e Davide Arrighetti, 30 anni, entrambi laureati in architettura al Politecnico di Milano, hanno pensato insieme ad alcuni amici di realizzare a Bossico, coniugando le loro precedenti esperienze di studio, di volontariato e di lavoro con il loro amore per la natura e le montagne di casa, nella prospettiva di tornare a vivere ed a lavorare nel loro paese d’origine.

“Abbiamo chiamato il nostro progetto ‘Placàt’, termine che nel gaì, il gergo dei pastori, significa ‘nascosto’, perché vogliamo coinvolgerci tutti gli attori presenti nel nostro paese in un dibattito sulle potenzialità ‘nascoste’, appunto, del nostro territorio e sugli strumenti per trovarle, valorizzarle e promuoverle – spiega Elena  -. A questo scopo, dopo aver vinto un bando del Comune per la cessione di un’area di bosco, abbiamo pensato di  fondarvi un eco-campeggio altamente sostenibile, con micro-strutture abitative come case sugli alberi e tende tipo igloo, tutte composte da materiali da riciclo, secondo i dettami dell’economia circolare”.

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 18 DICEMBRE