BORGO DI TERZO – La minoranza si rivolge al sindaco: “Ripristiniamo il Fontanino Zelitto”

70

Il gruppo di minoranza di Borgo di Terzo “Nuova Proposta” si è occupato del Fontanino Zelitto chiedendo al Comune guidato dal sindaco Stefano Vavassori di ripristinarlo, approfittando dell’avvio dei lavori per la sistemazione di una strada. 

La zona del Colle e del Fontanino Zelitto, poste in territorio comunale di Borgo di Terzo, è stata storicamente utilizzata dai nostri concittadini come luogo di lavoro per piccoli allevamenti e coltivazioni. Ancora oggi – scrive la minoranza sulla sua pagina social – le cascine nei dintorni, oltre che tutti gli escursionisti e gli sportivi che frequentano i sentieri, sfruttano ampiamente quella sorgente idrica, unica nell’intera zona, sia per lavorare che come semplice punto di sosta.

In questi giorni sono partiti i lavori per la sistemazione della strada che si era dissestata a causa di una frana sottostante. Esiste infatti da almeno un paio di secoli un cedimento proprio sotto la sede stradale che, in caso di forti piogge, può portare ad un suo slittamento verso valle. Cosa che era avvenuta qualche anno fa e che ha richiesto, quindi, una manutenzione straordinaria. Rispetto a quanto si pensasse, però, la frana ha comportato anche un abbassamento della faglia della sorgente d’acqua di qualche decina di centimetri. Questo, inevitabilmente, ha compromesso lo sgorgare dell’acqua dal Fontanino. In passato, infatti, dal ‘Fontanì’ fuoriusciva un netto e costante getto d’acqua, cosa che ad oggi si è trasformata in un flebile gocciolio…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 18 FEBBRAIO

pubblicità