BIM – I ‘secchioni’ di Trescore, record di premiati con le Borse di Studio su 22 Comuni. Adriana Bellini: “Anche col Covid volevamo dare un segnale forte ai nostri ragazzi”

Da Presidente del Consorzio Bim, ho vissuto un momento bellissimo e di grandi emozioni che sicuramente rimarrà impresso a fuoco nella mia memoria e nel mio cuore.

Come ogni anno il Bim ha proposto il Bando Borse di Studio Universitarie aperto agli studenti dei 51 comuni facenti parte del Consorzio”, la presidente Adriana Bellini è raggiante, e d’altronde riuscire a premiare i ragazzi in un periodo come questo è qualcosa di unico: “Negli anni scorsi abbiamo sempre organizzato cerimonie di consegna che consentissero un gioioso incontro in luoghi significativi del territorio del Consorzio (Castello dei Conti Calepio a Castelli Calepio, Villa Suardi a Trescore Balneario, Palazzo Pretorio a Vilminore di Scalve, Chiesetta di San Giorgio in Credaro, Sala Civica di Rovetta) per far sì che i nostri ragazzi e le nostre eccellenze artistiche si potessero valorizzare a vicenda in un connubio indissolubile che rendeva orgogliosi genitori ed amministratori delle comunità di provenienza degli studenti. In quest’anno strano, e per certi versi folle, tutto questo ci è stato impedito lasciandoci amareggiati e tristi in quanto per l’intero CDA del Bim la cerimonia di consegna delle Borse di Studio è sempre stata momento fondamentale del proprio operare che, fin dall’inizio del mandato, ha ritenuto fondamentale l’investimento di risorse per l’istruzione e la vicinanza alle giovani generazioni..

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 4 DICEMBRE