BERGAMO – Priska e Vittoria, dalla laurea in architettura agli “Oggetti socievoli”: un sito di immagini e storie dal tempo del Covid per aiutare gli artigiani

Due amiche. Due compagne di Università. Due cuori e due menti. Due lauree in architettura e due lavori diversi e lontani. Ma anche un legame profondo. Un’amicizia che resta. Nel lavoro e nella vita. E ora diventa la base per costruire un progetto intessuto di sogni. Carico di speranza. E con un obiettivo di solidarietà. “Oggetti socievoli” è una storia di… oggetti. Quelli che avevamo in casa e abbiamo riscoperto durante il distanziamento sociale causato dal Covid19. Oggetti valorizzati e rifunzionalizzati. Oggetti che raccontano storie. E il sito Oggetti socievoli, come la sua pagina instagram, si propongono di raccogliere tutte quelle di chi vuole condividerle.

Dietro il sito ci sono Vittoria Rossi e Priska Arosio. Due ragazze di Bergamo che ora vivono rispettivamente a Milano e in Olanda. Entrambe hanno frequentato la facoltà di architettura all’Università di Milano.

Siamo due vecchie compagne di università – inizia a raccontare Vittoria -, ci eravamo conosciute proprio in treno mentre andavamo al Politecnico. Abbiamo fatto insieme gli anni della triennale, poi abbiamo preso strade diverse. Ma oltre ad essere rimaste amiche ogni tanto collaboriamo anche nel lavoro”. …

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 22 MAGGIO