BERGAMO – Giorgio Gori: “Bergamo è cambiata e cambierà”

Il sindaco arriva dopo l’incontro natalizio con i dipendenti. E’ un lunedì di lavoro. Fuori le luminarie di una città di “luce”, i mercatini, due scolaresche attente (almeno pare) alle spiegazioni della professoressa davanti alla grande torre con lo scenario di città alta che è uno sfondo naturale da presepe in questo pomeriggio gelato.

Politica: città e “contadi”.

Da dove cominciamo? Dall’alto in basso o viceversa a secondo della malizia del lettore.

Chi sostieni tra i candidati alla segreteria nazionale del Pd?

“Vedremo più avanti. Quello che so è che non sarò protagonista di questo congresso, sono molto impegnato sulla città. Avevo promosso, con alcuni altri sindaci, la candidatura di Marco Minniti, adesso questa candidatura non c’è più e quindi dedico pienamente alla città i prossimi mesi”.

Facciamo un salto nel tempo…

“Nel 2024 avrei 64 anni… se avrò l’opportunità di fare il sindaco per altri cinque anni, nel 2024 avrò svolto il mio… servizio civile”.

Le opere.

“Credo di essere riuscito a fare parecchio, non tutto, ma se consideriamo non solo le opere fatte ma anche quelle in itinere, sono molte”

SU ARABERARA IN EDICOLA DAL 21 DICEMBRE