BERGAMO – DAL 26 FEBBRAIO AL 3 MARZO – “Tomaso Pizio, la luce dell’Arte fra Bergamo e Venezia”

194

Un’occasione rara se non unica per riscoprire un artista completo come è stato Tomaso Pizio, scomparso 19 anni fa dopo una carriera che lo ha visto tra i “classici” artisti bergamaschi. Nato a Schilpario nel 1932, ha avuto una carriera intensa producendo opere pittoriche ma anche scultoree che sono sparse in varie parti del mondo, oltre che in tanti paesi della bergamasca e nella sua Bergamo, dove era venuto ad abitare con la sua famiglia.

pubblicità

L’associazione “Arte di Tomaso Pizio” guidata dalla figlia Chiara, ha organizzato una importante Mostra personale che si terrà presso l’Ex Ateneo in Piazza Reginaldo Giuliani in Città Alta a  Bergamo (ex Ateneo) dal 26 febbraio al 3 marzo 2022.

Il taglio del nastro è previsto alle ore 17 di sabato 26 febbraio. Il titolo della mostra è: “Tomaso Pizio, la luce dell’Arte fra Bergamo e Venezia”. L’Associazione vuol ricordare, attraverso le opere esposte, il legame particolare che Tomaso Pizio ha avuto con la città lagunare. Tanto che nel 1975 Pizio vi si trasferì per approfondire la propria passione ed i propri studi, per avviare poi definitivamente la sua carriera artistica come professionista. Si vuole esaltare il forte legame tra i territori bergamaschi e veneziani, sotto il profilo artistico, specie con manifestazioni pittoriche…ù

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 18 FEBBRAIO

pubblicità