Bergamo. Controlli dei Carabinieri agli esercizi pubblici, chiuso un minimarket

116

Il pomeriggio dell’8 luglio 2024 i Carabinieri della Stazione di Bergamo Bassa, coadiuvati dal N.A.S. Carabinieri di Brescia, dal N.I.L. di Bergamo e dal Nucleo Cinofili di Orio al Serio hanno effettuato dei controlli a due minimarket nei pressi della Stazione ferroviaria di Bergamo, finalizzati alla verifica del rispetto delle norme igienico-sanitarie e della sicurezza sui luoghi di lavoro. A seguito dei quali veniva sospesa la licenza ad uno dei due esercizi commerciali.

I Carabinieri nel corso del controllo del primo locale hanno accertato il mancato rispetto della normativa inerente alla sicurezza sui luoghi di lavoro ed in particolare è stata contestata la mancata formazione dei lavoratori e l’omessa nomina del medico competente.

Nel secondo locale, invece, i militari del N.A.S. di Brescia hanno contestato al titolare il mancato rispetto della normativa relativa alle condizioni igienico-sanitarie ed in particolare la scarsa igiene, il mancato rispetto del manuale di autocontrollo HCCP, l’utilizzo di locali non comunicati all’autorità sanitaria e la mancata tracciabilità di alimenti.  A seguito di tali sanzioni amministrative i Carabinieri procedevano al sequestro amministrativo di 43kg di generi alimentari per mancata tracciabilità ovvero scaduti. Il titolare dell’esercizio commerciale, inoltre, è stato deferito in stato di libertà in quanto deteneva alimenti in cattivo stato di conservazione, pertanto procedevano al sequestro penale di 200kg di generi alimentari.

Sulla scorta di quanto accertato veniva richiesto l’intervento di personale del dipartimento igiene e sicurezza dell’ATS di Bergamo che disponeva la sospensione dell’attività fino al ripristino delle condizioni di idoneità igienico-sanitaria e di sicurezza.

 

pubblicità