ATALANTA – Antonio Percassi nel ‘club’ dei più ricchi d’Italia: ecco il suo patrimonio

185

Antonio Percassi è principalmente conosciuto per i suoi meriti sportivi: ha giocato infatti per l’Atalanta fra il 1970 e il 1976 in qualità di difensore, e in seguito ha ricoperto i ruoli di allenatore e di presidente per la stessa squadra. Percassi è però riuscito nel corso degli anni a costruire un vero e proprio impero miliardario, che conta società di ogni tipo e che gli ha permesso di diventare uno degli uomini più ricchi d’Italia. Ecco allora a quanto ammonta il favoloso patrimonio di Antonio Percassi, e in quali settori si sono concentrati i suoi investimenti. L’ascesa imprenditoriale di Antonio Percassi inizia nel 1976, quando comincia a collaborare con il miliardario italiano Luciano Benetton, occupandosi della gestione di alcuni punti vendita Benetton. Percassi apre così diversi negozi United Colors, Zerododici, Sisley e Playlife, sia in Italia che all’estero. Nel 2001, con la collaborazione di Amancio Ortega, Percassi contribuisce alla fondazione del primo Zara in Italia. Nel frattempo, l’ex calciatore entra nel ramo della distribuzione di diversi marchi di abbigliamento stranieri, quali Nike, Levi’s, Gucci, Tommy Hilfiger, Ferrari, Ralph Lauren e Victoria’s Secret. Il successo di questa operazione lo porta ad elaborare il progetto di un proprio marchio personale, ed è così che nel 1997 nasce Kiko Milano.

SUL NUMERO DI ARABERARA IN EDICOLA DAL 6 GENNAIO

pubblicità