ARDESIO – Caccia dice ‘no’ al 5G. “Non sono contrario a priori, ma servono sicurezze a livello sanitario”

Dopo Bianzano, anche il Comune di Ardesio ha detto no al 5G. È un’ordinanza firmata dal sindaco Yvan Caccia a bloccare le installazioni di impianti di telecomunicazione e telefonia mobile con tecnologia 5G sul territorio del Comune. Una scelta che il primo cittadino spiega così: “Si tratta di un’ordinanza firmata a scopo cautelativo e precauzionale. Sia nel campo degli esperti sia nella medicina generale la comunità scientifica è divisa, c’è la preoccupazione di un forte inquinamento elettromagnetico. Nei mesi scorsi sono stato sollecitato da diversi concittadini, il Stop5G è stato molto attivo ad Ardesio, ha raccolto parecchie centinaia di firme chiedendo di soprassedere in attesa delle opportune verifiche per avere sicurezze dal punto di vista sanitario”.

I dubbi di Caccia sono stati accresciuti da quanto accaduto nelle scorse settimane…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 24 LUGLIO