ALZANO – MEMORIA – Francesco Epis, ‘Lapo’

Francesco Epis, per tutti ‘Lapo’, era un uragano di vita. Una di quelle persone che ti travolge con il suo sorriso e ti abbraccia con lo sguardo. Un giovane di 31 anni di cui era impossibile non essere amico e con cui tutti stavano bene. Che ti sorprendeva con la sua battuta sempre pronta e non ti deludeva mai con la sincerità vera. Lapo era un attaccante, sul campo da calcio e su quello della vita. I suoi compagni di squadra (la Robi 89) stanno soffrendo tremendamente la sua perdita. E hanno deciso, in ricordo della sua maglia numero 9, di ricordarlo d’ora in poi al nono minuto di ogni partita, chiamandolo e applaudendolo. Il suo ciuffo biondo, i suoi occhi sempre accesi, il suo sorriso spalancato restano impressi come un tatuaggio nell’anima di chi l’ha conosciuto. Che nessun incidente potrà portare via il ricordo di chi ti tocca il cuore. Tantissime persone si sono strette attorno alla mamma Valeriana e alle sorelle Monia e Luana per l’ultimo saluto nei giorni scorsi…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 22 OTTOBRE