ALZANO LOMBARDO – Una cittadina scrive a Bertocchi: “Devo subire continue offese dal personale che ritira i rifiuti”

 Gentile sindaco di Alzano, Camillo Bertocchi…”. Comincia così l’appello di una signora alzanese, che si rivolge direttamente e pubblicamente al suo primo cittadino servendosi di “Sei di Alzano se…”. L’argomento? Il ritiro porta a porta dei rifiuti e l’atteggiamento, considerato poco professionale, di alcuni operatori addetti al ritiro dei sacchi e allo svuotamento dei cestini.

Il post è di mercoledì 13 febbraio e  continua così, sempre rivolto al sindaco: “Mi spiace disturbare e citarla nel post, ma volevo metterla alla luce delle continue offese che spesso devo subire dal personale che ritira i rifiuti porta a porta. Tralascio il fatto che trovo i miei secchielli rifiuti dappertutto perché invece di riappoggiarli, una volta svuotati, li lanciano… Ma voglio soprattutto metterla alla luce dell’ennesimo episodio di questa mattina dove vengo aggredita verbalmente perché deve ritirarmi il sacco rosso grande dove lui sostiene che è troppo pesante e lo strisciava apposta per romperlo… (episodio già successo la scorsa estate, che una volta rotto me l’ha lasciato lì e ho dovuto pulire quasi mezza via…). L’episodio dello strisciare e lamentarsi, ovviamente, è proseguito per tutta la via anche con gli altri abitanti della via. Peccato che non posso avere prove in merito, ma ieri sera è stata mia figlia a portare fuori quel sacco e se è riuscita lei non penso che sia più in forza di un addetto dei rifiuti… Grazie mille per il trattamento subìto dal suo personale”….

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 22 FEBBRAIO