ALZANO LOMBARDO – La ‘Via dei Fiori’ rende bollente la campagna elettorale, tra accuse, denunce (vere o false) e offese

“Un irragionevole livore contro la cittadinanza e le belle iniziative che è l’emblema di questo gruppo costantemente rancoroso”. “Zitti e buoni! Così la Lega ad Alzano vuole la minoranza di Alzano Viva. Quando l’assenza di argomenti ( e di atti) porta la Lega all’aggressione personale!”

Mettete dei fiori nei vostri cannoni” recitava una canzone dell’epoca sessantottina, una frase che è diventata lo slogan di una generazione. Ad Alzano Lombardo, però, è proprio sui fiori che è scoppiata l’ennesima guerra di parole.

Da alcuni mesi è infatti possibile ammirare la cosiddetta ‘Via dei Fiori’, la pista ciclopedonale che passa dalla zona centrale della cittadina seriana, abbellita grazie con vasi di fiori all’impegno e alla creatività di due cittadini alzanesi, Luca Barcella e Mino Patelli (quello delle famose ‘oche del Serio’). Si è trattato di una iniziativa che ha poi coinvolto molte persone, che hanno dato una mano (e un fiore…) ai due ideatori.

Però, si sa che spesso e volentieri anche le iniziative più belle e simpatiche creano qualche problema e qualche malumore. Stavolta c’è anche entrata la polemica politica… e va ricordato che l’avvicinarsi delle elezioni amministrative di ottobre non possono che rendere incandescente il clima politico alzanese (che è sempre piuttosto caldo…).

La prima cannonata (visto che abbiamo citato la frase sui cannoni…) l’ha sparata il gruppo di maggioranza targato Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia sul notiziario comunale. Nello spazio riservato ai gruppi presenti in Consiglio comunale c’era infatti un attacco verso il gruppo di minoranza ‘Alzano Viva’, in particolare contro la consigliera capogruppo Simonetta Fiaccadori, rea (secondo il gruppo di maggioranza) di “denunciare i cittadini che si sono fatti promotori di questa bellissima iniziativa che ha riempito di fiori un tratto di pista ciclabile portando entusiasmo e spensieratezza in un momento così difficile per la città. Un irragionevole livore contro la cittadinanza e le belle iniziative che è l’emblema di questo gruppo costantemente rancoroso e dispensatore di messaggi cattivi. Alzano Viva? No, Alzano cattiva!”.

Da parte sua, il gruppo definito ‘costantemente rancoroso’ non ha lasciato cadere la questione ed ha prontamente ribattuto con una frase secca: “Zitti e buoni! Così la Lega ad Alzano vuole la minoranza di Alzano Viva. Quando l’assenza di argomenti ( e di atti) porta la Lega all’aggressione personale!”.

In un suo volantino, il gruppo del ‘nowakiani’ ha poi, da un lato attaccato la maggioranza affermando che il modus operandi è rappresentato da ‘fake news, fango e censura’; dall’altro, ha spiegato la questione della denuncia ai due cittadini per la ‘Via dei Fiori’.

Marzo 2021. Siamo ancora in zona rossa. Un gruppo di cittadini organizza un’iniziativa…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 4 GIUGNO