ALZANO LOMBARDO – La seconda vita dell’ex stazione, che sarà il nuovo comando dei Vigili, ‘presidio di legalità’

Al vecchio edificio che tutti ad Alzano Lombardo conoscono come ‘l’ex stazione’ è stata donata una seconda vita, una seconda opportunità. Ormai abbandonato da diversi anni, inutilizzato e degradato, lo storico immobile che compare su vecchie foto e cartoline sta per essere rilanciato.

Sì, perché l’Amministrazione comunale di centrodestra guidata dal sindaco Camillo Bertocchi ha deciso di fare dell’ex stazione ferroviaria il nuovo comando della Polizia Locale, trasformandola in un ‘presidio di legalità’.

Per fare questo, l’intervento di recupero della struttura è stato inserito nel programma delle opere pubbliche grazie al cambio di strategia dello Stato sugli edifici pubblici e all’ampliamento degli investimenti. L’Amministrazione comunale alzanese punta ad ottenere un finanziamento ad hoc per poter recuperare il vecchio edificio e consentirgli di ospitare i Vigili.

Ed è questo che, nelle intenzioni del Comune di Alzano, farà dell’ex stazione un vero e proprio ‘presidio di legalità’ in una zona che da anni è frequentata da persone… poco raccomandabili. La presenza del nuovo comando della Polizia Locale potrà fare da argine allo spaccio di sostanze stupefacenti, rendendo la zona della stazione più sicura per i cittadini.

C’è però chi punta il dito contro l’Amministrazione comunale per essere arrivata troppo tardi a questo punto di svolta. Si tratta dell’agguerrita pattuglia dei ‘nowakiani’ di ‘Alzano Viva’, il gruppo di minoranza erede dell’esperienza dell’ex sindaca Annalisa Nowak. ..

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 2 APRILE