ALZANO LOMBARDO – I 28 milioni dell’eredità Pesenti: 17 milioni al Comune, il resto a parenti, amici, Casa di Riposo e Parrocchia di Nese

Finalmente ci siamo. A 16 mesi dalla scomparsa di Giuseppe (Giusi) Pesenti, l’imprenditore che ha lasciato per testamento il suo immenso patrimonio alla comunità alzanese, martedì 11 giugno il Comune di Alzano Lombardo è riuscito ad entrare in possesso dell’eredità.

Le cifre sono da capogiro: il patrimonio è stato stimato in ben 28 milioni di euro. “Ma si tratta di una stima molto al ribasso – spiega il sindaco Camillo Bertocchiperché gli immobili sono stati inseriti nell’inventario in base al valore catastale e non al reale valore di mercato; in realtà, se messi in vendita, varrebbero molto di più, forse dieci volte tanto… Si tratta comunque di una eredità ingentissima, ma voglio ribadire che la grandezza di tutto questo sta nel gesto generoso del dottor Pesenti, che ha voluto mettere il suo patrimonio a disposizione della comunità alzanese”…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 28 GIUGNO