ALZANO LOMBARDO – Bertocchi e l’eredità Pesenti: “Cose che capitano una sola volta nella vita. Cambierà il volto di Alzano”

La presente foto è concessa a titolo gratuito solo per pubblicazioni ufficiali del Comune di Alzano Lombardo. Ogni altro uso deve essere preventivamente autorizzato dall'autore

A settembre sarà convocata un’assemblea pubblica nel corso della quale il sindaco di Alzano Lombardo Camillo Bertocchi illustrerà ai cittadini tutti i risvolti della ricchissima eredità che l’imprenditore Giusi Pesenti Calvi ha lasciato alla comunità alzanese. Dei 28 milioni di euro iniziali, tolte le parti spettanti ai vari eredi (i nipoti, la Casa di Riposo, la Parrocchia di Nese…) al Comune vanno 17 milioni (ma dopo aver sostenuto tutte le spese resteranno 15 milioni).

Quella dell’eredità Pesenti Calvi è stata la più straordinaria e complessa vicenda etico-professionale che ho vissuto – spiega il sindaco Bertocchi – queste sono cose che capitano una sola volta nella vita. L’eredità cambierà il volto di Alzano”.

Il primo cittadino ha scritto una lettera aperta alla città nei primi giorni di agosto per mostrare “le straordinarie prospettive che il generoso gesto del dott. Giusi Pesenti Calvi aprono per il futuro della città di Alzano Lombardo…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 9 AGOSTO