ALZANO – LA STORIA – 100 anni di Immacolata: un viaggio nella storia del calcio in oratorio ad Alzano

192

Un secolo di storia. Cento anni di sport. Di passione e amicizia. Di valori e crescita. Di oratorio. L’Immacolata Alzano ha segnato con la sua presenza la storia del paese di Alzano, dal 1921 ad oggi.

La società di calcio è addirittura più antica dell’oratorio stesso. “La struttura dell’oratorio è datata 1927, mentre la società è stata fondata nel 1921 – inizia a raccontare Maurizio Mangili, memoria storica della società -. Il gruppo è nato con il nome di Football Libertas, in contemporanea al Gruppo ricreativo Fides ed Labor. È stata tra le prime società ad affiliarci al CSI provinciale, anzi, noi esistevamo prima che nascesse. Poi abbiamo sempre fatto attività con il CSI, fatta eccezione per qualche anno in Federazione”.

La società ha poi cambiato nome in “Unione sportiva Gildo Rossi” e si è articolata nelle diverse sezioni di calcio, atletica leggera, ciclismo, alpinismo, tennis, pallavolo.

Negli anni sono stati vinti parecchi campionati provinciali a livello di CSI – continua Mangili -. E c’è anche un bel numero di calciatori che hanno fatto carriera. Il primo in assoluto che è arrivato ad alti livelli è stato Giuseppe Bonomi, chiamato Picaia, che ha vinto il campionato di Serie A con la Roma nel 1942. Poi ci sono stati i fratelli Astolfi, Tom e Mario; Armando e Nicola Madonna; Lisa Alborghetti, che è arrivata nella Serie A femminile con l’Inter; Giovanni Andreini, ancora preparatore atletico con Roberto Donadoni, che ha fatto anche l’Europeo con la nazionale italiana”.

Tutti passati dall’oratorio di Alzano. Così come tanti altri calciatori che sono arrivati a livelli più bassi, dalla Serie D alle file di Promozione ed Eccellenza.

E tra gli eventi che hanno portato alla ribalta mediatica l’Immacolata c’è stata anche la recente visita di Luca Modric, che da qui era già passato nel 1992, in occasione di un torneo, e ha voluto tornare per uno scambio di maglie prima della partita con l’Atalanta.

Ma in questi cento anni non c’è stato solo il calcio. “Per due periodi abbiamo avuto anche una costola legata alla pallavolo, con risultati sul campo meno prestigiosi di quelli del calcio. Il punto più alto era stato la partecipazione alle finali provinciali con le libere. In passato c’è stata anche una squadra femminile di dilettanti e una squadra di calcio a cinque, abbiamo vinto il campionato provinciale nel ‘91-‘92, poi sciolto per i limiti di età dei partecipanti”.

Maurizio Mangili è stato per 40 anni nell’Immacolata, fino a 4 anni fa, come allenatore e come segretario.

Insieme a lui tante altre persone che si sono rimboccate le maniche per i giovani di Alzano. “Per più di 40 anni il presidente è stato Andrea Ravasio, praticamente metà della storia della società l’ha fatta lui. L’unico curato che è stato anche presidente è stato don Riccardo, mentre tutti gli altri hanno avuto il ruolo di presidente ecclesiastico”.

SUL NUMERO IN EDICOLA DAL 17 DICEMBRE

pubblicità