ALZANO – Il mercatino (pro Parrocchia) all’interno dell’ex monastero della Visitazione Messi in vendita oggetti di uso quotidiano delle suore di clausura. “Un’emozione ritornare in questo luogo”

L’ultima volta che sono entrata nel monastero è stato più di quattro anni fa, quando è stata celebrata l’ultima Messa prima della chiusura. Avevo salutato le ultime suore rimaste. E’ bello, ma anche triste, essere tornata oggi. Io ero molto affezionata a suor Regina”, dice una signora. Come lei, molti alzanesi hanno voluto approfittare del fatto che l’antico monastero della Visitazione di Alzano Lombardo ha aperto i battenti per tre domeniche (l’ultima è il 30 giugno).

Nei lunghi corridoi e nelle stanze ricche di storia e di fede si tiene infatti un mercatino. Vengono messi in vendita gli oggetti di uso quotidiano (ormai inutilizzati da anni) delle suore di clausura. Ci si possono trovare mobili, radioline, candelieri, sedie, immagini mariane e tanti altri oggetti. Non si tratta, ovviamente, di oggetti preziosi o di paramenti sacri (quelli sono al sicuro) e il ricavato va alla Parrocchia di Alzano.

Io ho comprato una radiolina – spiega uno dei visitatori – non certamente per il suo valore, ma solo per ricordo. Io ero legato a questo monastero, come molti altri alzanesi..

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 28 GIUGNO