ALZANO – Il (faticoso) tentativo di fusione delle due liste di minoranza

223

Dato per scontata la ricandidatura del sindaco Camillo Bertocchi per l’appuntamento elettorale (che adesso sembra più ravvicinato, visto che la data probabile è quella del 3 ottobre) la curiosità è sulle intenzioni delle due liste che attualmente hanno in Consiglio comunale 5 consiglieri, divisi in due gruppi. Sono stati eletti cinque anni fa rispettivamente nella lista “Alzano Viva Nowak Sindaco” e sono Simonetta Flaccadori, Angelo Marenzi e Angelo Gregis e nella lista “Loretta Moretti Sindaco” e sono Mario Zanchi e Francesco Ludrini. Come è facilmente intuibile leggendo i nomi, sono “scomparse” dal Consiglio Comunale le due candidate a sindaco che pure avevano messo il loro nome e cognome in capo alle rispettive liste.

E adesso? A gennaio un incontro tra quelli che sono i capigruppo, vale a dire Simonetta Flaccadori e Mario Zanchi per un progetto di fusione ha avuto fumata nera, pressoché nerissima. Un mese fa sono ripresi i contatti e non è escluso che si possa arrivare appunto a una lista unica. Il problema a quel punto sarebbe il candidato a sindaco. Sparite le due candidate che hanno dato il nome alla lista uno andrebbe a verificare quale delle due liste ha avuto più voti.

Ma anche qui ci si intoppa subito perché 5 anni fa le due liste attualmente in minoranza hanno avuto pressoché gli stessi voti: 1.554 per “Alzano Viva” e 1.507 per “Loretta Moretti Sindaco.

La curiosità è: se sommate hanno delle probabilità di vincere  sulla corazzata che cinque anni fa candidata Camillo Bertocchi con i simboli del centrodestra?…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI 23 LUGLIO

pubblicità