ALZANO – FONDAZIONE PESENTI CALVI – Borse di studio nel quarto anniversario della morte di Giusi Pesenti Calvi

159

Sabato 12 febbraio, quattto anni dopo la scomparsa dell’imprenditore alzanese Giusi Pesenti Calvi, la Fondazione che gestisce la sua ricca eredità ha assegnato due borse di studio ad altrettanti giovani. Si tratta di Pietro Landoni ed Elisa Piantoni, che nella splendida cornice del castello del Belvedere hanno ricevuto il riconoscimento dalla presidente della Fondazione ‘Giusi Pesenti Calvi ETS’ Mariangela Carlessi, dal sindaco di Alzano Lombardo Camillo Bertocchi e da alcuni componenti della famiglia dello scomparso imprenditore.

Nel quarto anniversario della scomparsa del dott. Giusi Pesenti Calvi – scrivono i responsabili della Fondazione – si è tenuta la cerimonia di premiazione per le borse di studio ìFamiglia Pesenti Calvi’. Le congratulazioni al dottore in Agraria Pietro Landoni e alla dottoressa Elisa Piantoni, specialista in Beni Archeologici. Un grazie ai rappresentanti della famiglia Pesenti, al sindaco di Alzano Lombardo, ai membri della Giunta, al segretario generale, al Comitato tecnico scientifico e ai membri della Commissione giudicatrice. E ai vincitori, i nostri auguri per una vita piena di soddisfazioni!”.

La Fondazione è nata nell’estate del 2020 allo scopo di ottemperare alle disposizioni testamentarie connesse all’eredità pervenuta al Comune di Alzano da Giusi Pesenti Calvi. Il patrimonio da lui lasciato è costituito dal bellissimo e maestoso castello di Belvedere, detto del Belvedì, che si trova in località Busa (è un edificio a tre piani, dotato anche di una chiesetta consacrata e circondato da un ampio parco); ci sono poi un’azienda agricola, alcuni immobili, opere d’arte, mobili antichi e una ingente somma di denaro…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 18 FEBBRAIO

pubblicità