ALZANO – “BERTOCCHI SINDACO” – QUESTIONARIO DI PROUST – Camillo Bertocchi… ‘Benso di Cavour’: “Troppa superficialità, impreparazione e lassismo nella politica”

La prima cosa che fa se viene eletto.

Riunione con assessori, consiglieri e dipendenti per programmare le azioni da intraprendere nei prossimi tre mesi, nel prossimo anno e nei prossimi cinque anni, per dare subito visione e attuazione al programma.

 

  • Il paese che vorrebbe.

Non diverso da quello che c’è: coeso e solidale, magari con una maggiore consapevolezza di quanto sia bello e necessario donare un po’ di sé stessi agli altri.

 

  • Sindaco a tempo pieno o part-time? Indennità piena o ridotta?

L’indennità di un sindaco non consente di mantenere la famiglia ed è necessario lavorare oltre l’impegno politico, anche per non perdere la professionalità acquisita. Essendo un dipendente, l’indennità è ridotta e pari a netti 833 euro mensili.

 

  • Un motivo per cui dovrebbero votarla.

Penso che abbiamo dimostrato affidabilità, serietà e concretezza nel raggiungimento degli obiettivi prefissati e in un momento storico come questo serve reattività e competenza, qualità che riteniamo di poter garantire.

 

  • Il lato positivo del suo carattere.

Mi piace stare in mezzo alla gente.

 

  • Il suo principale difetto.

A volte prendo troppo a cuore le cose ed in un impegno così gravoso non sempre è produttivo.

 

  • Il rimpianto più grande.

Sinceramente non ne ho.

 

  • Le regalano un milione di euro, cosa ne fa?

Lo investirei in un progetto sulle rinnovabili. Una cosa che mi attira da sempre…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 24 SETTEMBRE