ALZANO – Angelo e il Coronavirus: “Nella notte più dura ho sognato la Madonna di Pompei che mi salvava. Il mattino dopo non avevo più febbre. Avevo perso 8 chili in 5 giorni, stavo male”

dav

Quella raccontata da Angelo Pellicioli, 72 anni, è una storia di malattia e di guarigione, di paure e di miracoli. Sì… miracoli. Angelo ha avuto il Coronavirus, ha avuto febbre alta per alcuni giorni, la saturazione si stava pericolosamente abbassando e il ricovero in ospedale sembrava imminente. Poi, però, nella notte più buia, ha visto la luce. Sì, in sogno gli è apparso il quadro della Madonna di Pompei, che lui aveva visto una sola volta mezzo secolo prima, e il mattino dopo la febbre era sparita. “Da credente, io attribuisco la mia guarigione a un miracolo. Chi non crede può pensare che si sia trattato di un caso, ma anche mia moglie, che è razionalista, mi ha detto: ‘questo è un vero miracolo’. La cosa strana è che quel quadro della Madonna di Pompei che ho sognato quella notte, io l’ho visto una sola volta, 50 anni faSUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 22 MAGGIO