ALZANO – ALBINO – NEMBRO – Raccolte in due settimane più di 2200 adesioni al ‘Progetto Origin’

La “strigliata” del sindaco di Alzano  Camillo Bertocchi – che aveva invitato i suoi concittadini nonché gli abitanti di Albino e di Nembro a compilare più numerosi il questionario dell’Istituto ‘Mario Negri’ vòlto a raccogliere le informazioni sulla loro esperienza di Covid-19- ha avuto l’effetto sperato: nel giro di due settimane all’Istituto di ricerca bergamasco  sono giunte più di 2.200 adesioni, un grande risultato per lo studio finalizzato a scoprire se esiste o meno una relazione tra fattori genetici e questa malattia, ipotizzando che “le variazioni dell’assetto genetico di un individuo possano avere un’influenza sulla gravità della malattia COVID-19 e possano spiegare le diverse risposte all’infezione”.

La raccolta delle informazioni fornite dai cittadini costituisce il primo passo del Progetto Origin, un primo passo importante, che il direttore del ‘Mario Negri’,  Giuseppe Remuzzi,  ha definito “un progetto unico, un esperimento di ricerca di popolazione in una comunità che ha sofferto così tanto e a cui cercheremo di dare risposte”. Per questo ha ringraziato tutti i cittadini che, con profondo senso civico, hanno speso il loro tempo per rispondere alle domande e compilare il questionario. E con loro ha ringraziato i Sindaci di questi tre Comuni e i loro team, “che si sono resi parte attiva di questo progetto ambizioso, che sarà all’attenzione di tutto il mondo scientifico e non solo”….

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 6 NOVEMBRE