ALBINO Rivoluzione albinese: la battaglia “anti-bidoni” Davide Zanga: “Premieremo le aziende oneste, quelle che pagano stipendi e contributi, ma che subiscono la concorrenza sleale dei bidoni” E sul taglio degli oneri: “Sono soddisfattissimo”

 

Sto per dare il via ad una battaglia. Sarà la mia battaglia nei prossimi quattro anni

E’ deciso Davide Zanga, consigliere con delega alle Attività Produttive nell’amministrazione comunale di centrodestra guidata da Fabio Terzi.

Nel descrivere quella che sarà la sua prossima battaglia, Zanga parte da lontano, dalla situazione economica albinese e italiana.

Le aziende manifatturiere devono far fronte alla concorrenza estera, con quelle aziende che si trovano in paesi dove il costo della manodopera è molto più basso del nostro e, di conseguenza, possono tenere i prezzi più bassi. Questo ha portato alla delocalizzazione di diverse aziende italiane, che sono andate all’estero. Le nostre aziende manifatturiere possono però contrastare questa concorrenza estera ammodernando i macchinari. Ma, per quanto riguarda il settore dell’edilizia, la situazione è diversa. Qui le aziende – spiega Zanga – non hanno a che fare con la concorrenza di aziende di altri paesi, no, ma si trovano a dover fare i conti con la concorrenza sleale sul nostro territorio, con quelle aziende che fanno bidonate…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI ‘ 8 MAGGIO