ALBINO – Le “emozioni forti” alla Honegger nel tempo del Covid: “I nostri residenti non sono mai stati in un letto di ospedale, ma nella loro stanza. Nella loro casa”

La tempesta scatenata dall’epidemia di Covid-19 ha spezzato centinaia di vite ad Albino e nel resto della Valle Seriana. Molte persone, nonni e nonne, se ne sono andate nelle case di riposo del territorio, falcidiate dal virus invisibile. C’è però anche chi ha resistito, chi ce l’ha fatta.

Paolo Piccoli è un educatore presso la Fondazione Honegger di Albino, che gestisce alcune importanti realtà sociali, come la Casa Albergo, la Struttura Protetta e il Centro Diurno IntegratoSUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 28 AGOSTO