ALBINO – La matassa è sempre più intricata e il sindaco non riesce a sbrogliarla e si arrende? L’ira di “Insieme per Piazzo”: “Faccia rimuovere il cancello!”

Certo… definirla “guerra” è un po’ esagerato, ma come si dovrebbe chiamare quella che si sta combattendo da molti anni attorno a quel fazzoletto di terra chiamato Piazzo? Anni di polemiche, di denunce e di minacce, di botta e risposta tra l’Amministrazione comunale di turno, l’Associazione “Insieme per Piazzo” e l’imprenditore proprietario dell’area. Progetti lanciati e poi messi da parte, promesse che poi non si è mai stati in grado di mantenere, manifestazioni di protesta, volantini e… chi più ne ha più ne metta. Sì, questa è, in poche parole, la fotografia dell’ultimo ventennio per quella ridente area collinare verde posta sul confine tra Albino e Nembro.

Ad alcuni mesi di distanza dalla manifestazione “Me pias Pias” (“Mi piace Piazzo”), dalla camminata “di sensibilizzazione” e dalla raccolta firme, tutte organizzate dalla combattiva associazione, è scoppiata un’altra bomba… SU ARABERARA IN EDICOLA DA VENERDI 25 OTTOBRE