ALBINO – La ‘Biblioteca a domicilio’ per non privare i cittadini di un servizio importante: i libri sono recapitati dai Volontari della Protezione Civili e del Club Aps

‘Se Maometto non va alla montagna, la montagna va a Maometto ’– recita un famoso adagio. Che ora si può applicare anche alla nuova iniziativa della Biblioteca di Albino, perché ‘se la gente non va in Biblioteca, la Biblioteca va a casa della gente’. Un Sistema Bibliotecario, quello albinese, che ha sempre fornito ai cittadini il servizio di prestito e di interprestito, ma che ora, come le altre biblioteche, deve rimanere chiuso. Di qui l’idea del prestito a domicilio, gratuito, destinato a tutti i residenti:

“Si tratta della possibilità di ricevere a casa propria libri, riviste e dvd grazie all’impegno dei nostri Volontari della Protezione civile e del Club Aps, cui sono sempre molto riconoscente – spiega l’assessore alla Cultura Patrizia Azzola -, un servizio che avevamo erogato anche durante lo scorso lockdown  per le persone più fragili, ma che ora abbiamo esteso e potenziato”…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 20 NOVEMBRE